Servizio di affido famigliare

Descrizione servizio

L’affidamento familiare è un intervento di aiuto e sostegno regolamentato dalla Legge n. 184/83 successivamente modificata con la Legge 149/2001 “Diritto del minore ad una famiglia” , che si attua per sopperire al disagio ed alle difficoltà di un bambino e della sua famiglia. Consiste nell’inserire temporaneamente un minore in un nucleo familiare diverso da quello d’origine in grado di prendersi cura delle sue necessità affettive, accuditive ed educative.

A chi è rivolto

Possono diventare affidatari coppie con o senza figli, sposate o conviventi, persone singole. Ciò che si richiede alle famiglie affidatarie è disporre di uno spazio nella propria vita e nella propria casa per accogliere un’altra persona, la disponibilità affettiva ad accompagnare un bambino per parte del suo percorso di crescita, la consapevolezza dell’importanza della famiglia d’origine nella vita del bambino

Criteri di accesso al servizio

Le persone interessate a conoscere l’affidamento o coloro che intendono dare la propria disponibilità, possono rivolgersi al Servizio Sociale dei Comuni. I Servizi proporranno colloqui di conoscenza, incontri informativi e preparatori all’affidamento. A conclusione di tale percorso, valutata l’idoneità dei volontari, potrà essere avviato un progetto personalizzato

Per maggiori informazioni scaricare la brochure in allegato.

A chi rivolgersi

Allegati